fbpx
Seleziona una pagina

Come accompagnare un tagliere di ottimi formaggi se non con il vino giusto.

Per completare la degustazione di un tagliere di ottimi formaggi di montagna il complemento indispensabile è un buon vino.

Come scegliere il vino da accompagnare ogni tipo di formaggio?

La regola più importante da ricordare nella scelta è che il vino deve:

  • avere la stessa forza gustativa del formaggio. 
  • pulire la bocca poco alla volta integrandosi al sapore del formaggio;
  • sgrassare e creare nuove sensazioni al palato. 

La ricerca di un buon equilibrio

Se il vino non riesce subito a pulire la bocca, ma servono più sorsate, significa che la struttura del vino non è abbastanza forte per restare in equilibrio con il formaggio. 

Anche quando il vino in bocca crea aromi e gusti contrastanti che danno origine a percezioni sgradevoli non è quello giusto. Accade quando stiamo degustando un formaggio dalla forte impronta aromatica e salina, di solito data dalla lunga stagionatura o dalla tecnica di lavorazione, ad esempio.

Allo stesso modo, quando il vino al primo sorso annienta del tutto il formaggio, coprendo i grassi e la gamma dei sentori si tratta di un vino che non va bene per accompagnare quel formaggio. 

Il viaggio del gusto che si sprigiona in bocca

Il vino è una bevanda ricca di alcol, in cui troviamo sostanze acide e tannini, quando si tratta di rossi o bianchi passati nei legni.

L’alcol contrasta le sostanze grasse trasformandole in composti più semplici, generalmente più volatili che danno vita a nuovi aromi.

In bocca gli acidi del vino attaccano e demoliscono i grassi del formaggio, e questo processo chimico che avviene in bocca contribuisce al cambiamento gustativo.

La saliva con la debole forza alcalina tenta di contrastare questa azione degli acidi prolungando il processo chimico e gustativo. 

I tannini infine  attaccano le proteine facendole precipitare e separandole dal resto.

Un processo complesso che si svolge in brevi istanti e coinvolge tutti i nostri sensi e attiva risultati che sono altrettanto ricchi di sfumature.

Assaggiare diventa quindi un esercizio di concentrazione che stimola sensibilità e attenzione verso le sensazioni indispensabili  per individuare gli elementi di spicco e le note meno marcate.  

Abbinamenti geografici 

Possiamo decidere di accompagnare i formaggi con un vino che proviene dalla stessa zona o regione di produzione. 

Associando i due alimenti secondo il terroir si ricercano tradizioni, cultura e ambiente che all’origine sono simili e hanno influito nel processo di produzione.

Abbinamento per contrasti

È possibile abbinare vino e formaggi sui loro contrasti gustativi:

Formaggio piccante con vino aromatico

Formaggio salato con vino dolce 

Abbinamenti da provare

  • Formaggi freschi e cremosi che sanno di latte: ricotta, robiola mozzarella con vini bianchi secchi, giovani e freschi.
  • Formaggi freschi o semistagionati, molli e dolci: Toma Piemontese, stracchino, Asiago con vini fruttati di buon corpo o con vini rossi giovani.
  • Formaggi semiduri, breve stagionatura dal gusto intenso: Raschera, Bra, Pecorino Sardo, Pecorino Toscano, Montasio e Casera con vini rossi di medio corpo, fruttati.
  • Formaggi molli e stagionati, a crosta fiorita e lavata, formaggi caprini, dal gusto abbastanza pronunciato: Taleggio, Quartirolo con vini rossi di corpo, morbidi e fruttati, mediamente giovani; bianchi aromatici (per esempio Sauvignon) con alcuni caprini
  • Formaggi semiduri e duri stagionati: Fontina, Grana Padano, Parmigiano Reggiano, Caciocavallo, Bitto, Provolone con vini rossi di grande struttura
  • Erborinati aromatici come il Gorgonzola con i vini passiti e liquorosi.

Per provare questi e tanti altri abbinamenti gustosi vieni ad acquistare i migliori formaggi selezionati; ci trovi in queste piazze durante i mercati settimanali:

Lunedì: siamo a Mirano (VE) in piazza dei Martiri

Martedì: ci trovi a Carrè (VI) in piazza Municipio e a Prata di Pordenone (PN) in piazza Wanda Mayer

Mercoledì: puoi venirci a trovare a Dueville (VI) in piazza Monza e a Limena (PD) in via delle Industrie

Giovedì: Siamo A Mira (VE) Riviera San Trentin e a Scaltenigo (VE) in via Scaltenigo 118

Venerdì: Siamo a Tencarola (PD)  in via Spalato

Sabato: nei mercati di Caldogno (VI) in piazza Europa e a San Stino di Livenza (VE) in piazza Goldoni

Dove acquistare il vero formaggio di alpeggio tutto l’anno

L’estate è il periodo di produzione del formaggio di alpeggio, ma come possiamo gustarlo tutto l’anno? Ogni settimana nei mercati in cui siamo presenti puoi trovare la genuina bontà dei migliori formaggi di alpeggio selezionati o prodotti da noi Escursionisti del...

Formaggio di alpeggio: il manifesto della genuinità

Il manifesto del buon formaggio di alpeggio è la guida per gli Escursionisti del Gusto. Racchiude i valori che ricerchiamo in ogni prodotto che selezioniamo, perché rispecchiano quello in cui crediamo e concretizziamo nel nostro lavoro.  Come deve essere il buon...

Terroir: l’anima del buon formaggio di alpeggio

Esplorare il mondo dei formaggi è un viaggio attraverso i 5 sensi, nella storia e nella cultura del nostro Paese. Terra di formaggi Il nostro patrimonio gastronomico conta oltre 400 tipi diversi di formaggi, ma in ogni tipologia sono racchiuse alcune straordinarie...

Quali sono i formaggi di alta montagna: guida alle eccellenze d’alta quota

I formaggi più buoni sono quelli di montagna. A dirlo non sono solo gli appassionati della buona tavola, ma anche le analisi qualitative che sottolineano la genuinità dei suoi ingredienti. Prima di scoprire perché i formaggi di alpeggio sono considerati eccellenze...

Dove nascono i formaggi di montagna per gli Escursionisti del Gusto

Tutti i migliori formaggi nascono in alpeggio nel periodo estivo, per questo i formaggi che produciamo direttamente nascono in una delle zone che più amiamo: l’Altopiano di Asiago. Prima di approfondire i luoghi in cui nasce il nostro buon formaggio di alpeggio,...

Stella Alpina: la caciottina a latte crudo di alpeggio

È arrivata la caciottina a latte crudo: Stella Alpina Stella Alpina è la caciotta a latte crudo, non pastorizzato prodotta solo per gli Escursionisti del Gusto e fatta con il buon latte fresco delle vacche grigio alpine del Monte Corno una zona dell’Altopiano di...

Il futuro sostenibile inizia dall’alpeggio

Il futuro sostenibile si costruisce riscoprendo attività del passato: l’alpeggio e la malga sono attività che ancora oggi resistono all’industrializzazione delle lavorazioni agricole e alimentari sostenendo e realizzando valori come la biodiversità e la sostenibilità....

Formaggi a latte crudo: perché sceglierli?

 Dei formaggi a latte crudo ne abbiamo già parlato diverse volte ma quali sono le caratteristiche per cui sceglierli? Abbiamo raccolto le domande che ci vengono fatte più di frequente per scoprire insieme tutto quello che c’è di buono da sapere sui formaggi a latte...

La culla della biodiversità bergamasca: il Parco delle Orobie

Abbiamo esplorato i gusti autentici dei formaggi tipici delle montagne bergamasche. Formaggi di alpeggio che sono emblema di quei territori, ciascuno con la sua storia e la sua tradizione. Abbiamo cercato di conoscere queste montagne attraverso le ricette tradizionali...

Sapori bergamaschi: la Formagella della Valle Imagna

L’escursione nel gusto tra i formaggi tipici bergamaschi è iniziata in Val Brembana e prosegue con un altro formaggio tipico della Valle Imagna. La Formagella della Valle Imagna. È un formaggio da tavola tipico bergamasco, caratteristico degli alpeggi di montagna che...

Formaggi a latte crudo: perché sceglierli?

 Dei formaggi a latte crudo ne abbiamo già parlato diverse volte ma quali sono le caratteristiche per cui sceglierli? Abbiamo raccolto le domande che ci vengono fatte più di frequente per scoprire insieme tutto quello che c’è di buono da sapere sui formaggi a latte...

La culla della biodiversità bergamasca: il Parco delle Orobie

Abbiamo esplorato i gusti autentici dei formaggi tipici delle montagne bergamasche. Formaggi di alpeggio che sono emblema di quei territori, ciascuno con la sua storia e la sua tradizione. Abbiamo cercato di conoscere queste montagne attraverso le ricette tradizionali...

Sapori bergamaschi: la Formagella della Valle Imagna

L’escursione nel gusto tra i formaggi tipici bergamaschi è iniziata in Val Brembana e prosegue con un altro formaggio tipico della Valle Imagna. La Formagella della Valle Imagna. È un formaggio da tavola tipico bergamasco, caratteristico degli alpeggi di montagna che...

Gustare la Val Brembana in una ricetta: polenta taragna di Branzi

La montagna ha il gusto ricco della semplicità. Parlare di cucina bergamasca fa sempre venire l’acquolina. Formaggi di alpeggio, carni di selvaggina e golose verdure stufate accompagnate da polenta e impasti di grano saraceno sono gli ingredienti della cucina tipica...

La rivoluzione si fa a tavola: mangiare meglio per un mondo buono giusto e pulito

Siamo quello che mangiamo  Il cibo è un elemento che ha un ruolo centrale della nostra esistenza perché risponde a bisogni fisiologici essenziali: ci nutriamo per vivere, e mangiamo per piacere.   Attraverso il cibo produciamo cultura, identità e storia: esploriamo...

Formaggio Tipico Branzi: una storia da gustare

Branzi è un piccolissimo paese dell’Alta Val Brembana, in provincia di Bergamo che conta all’incirca 750 abitanti. Un piccolo gioiello incastonato tra le maestose Alpi Orobie, conosciuto come meta per appassionati dei paesaggi naturali montani ma ancor più famoso per...

Formai de Mut dell’Alta Valle Brembana

Formai de Mut nel dialetto bergamasco significa “formaggio di montagna” e già dal nome fornisce un grande indizio sulla sua origine.   Viene prodotto nelle casere sugli alpeggi dell’Alta Val Brembana tra i 1200 e 2500 metri di altitudine. Il nome completo di questo...

Nella Cheese Valley d’Europa: i formaggi tipici della Val Brembana

Dal 2019 Bergamo è la capitale Europea dei formaggi. A Bergamo spetta il primato di eccellenza casearia: è l’unica provincia italiana ed europea con ben 9 D.O.P. casearie. Nessun altro territorio così circoscritto ha dato vita a una tale varietà di forme, stagionature...

5 motivi curiosi per amare il Gorgonzola DOP

Come è nato il più famoso formaggio erborinato italiano: il Gorgonzola DOP? Si dice sia nato per errore, intorno all’anno Mille, quando un casaro nei pressi di Gorgonzola lasciò la cagliata destinata a diventare crescenza o Quartirolo in un recipiente pensando di...

Come assaporare la vetta del gusto con i formaggi di malga lombardi

Verso la vetta del gusto: dal più fresco al più stagionato gustiamo gli ottimi formaggi di alpeggio della Lombardia, in un percorso tra piatti della tradizione e abbinamenti unici, tutti da provare. Nelle settimane precedenti abbiamo esplorato gli alpeggi delle...
Site created by Prisma Informatica 1984-2021