fbpx
Seleziona una pagina

Continua la nostra escursione tra i migliori formaggi di alpeggio della Lombardia.

Alla scoperta del Valtellina Casera DOP

Ci troviamo nella provincia di Sondrio, in Valtellina, la valle in cui viene prodotto questo formaggio e dalla quale prende il nome: Il Valtellina Casera Dop. 

Il Valtellina Casera DOP viene prodotto con latte di vacca parzialmente scremato, con la tecnica casearia tipica dei formaggi alpini.

L’origine della genuinità.

Il Valtellina Casera è un formaggio ottenuto dal latte prodotto nelle latterie della provincia di Sondrio ed è lavorato nei caseifici situati nel territorio circostante. Questo formaggio è stagionato nelle tradizionali ‘casere’ (rifugi di montagna) o in altre strutture adeguate. Le sue origini risalgono al XVI secolo, quando vari allevatori unirono la loro produzione di latte per produrre collettivamente formaggio nelle latterie cooperative e turnarie della zona, in modo tale da non solo ridurre i costi, ma anche poter condividere il lavoro ed avere più tempo libero.

La lavorazione e la materia prima.

Il Valtellina Casera è fatto con latte di vacca parzialmente scremato. Le mucche da cui si ottiene il latte sono alimentate principalmente con erba e piante selvatiche, talvolta sotto forma di fieno, nell’area di produzione. La cagliata viene cotta ad una temperatura che varia dai 40°C ai 45°C.

Come riconoscerlo: il carattere e l’identità.

È un formaggio semigrasso a media e breve stagionatura caratterizzato da una pasta elastica e compatta e un’occhiatura fine e diffusa, dal colore bianco al paglierino.

La stagionatura è di almeno 70 giorni, dopodiché viene marchiato a fuoco. Con l’aumentare del tempo di stagionatura si amplifica l’intensità aromatica e la complessità dei suoi profumi.

Con il procedere della stagionatura, la pasta diventa scura e più compatta.

Il Valtellina Casera fresco ha un sapore dolce e di latte. Si abbina molto bene alle specialità a base di grano saraceno ed è un ingrediente primario dei piatti tipici valtellinesi come i pizzoccheri e gli sciatt.

Il sapore diventa più forte con il procedere della stagionatura e acquista un sentore di noci e fieno.

In cucina.

Insieme a burro e verze è un ingrediente fondamentale del piatto simbolo della tradizione valtellinese: i pinzocheri. Un vero trionfo dei sapori della montagna. 

Con il prolungarsi della stagionatura, il sapore si fa più ricco e l’aroma più intenso, emergono note di frutta secca e foraggio e la pasta diventa più consistente. In questo caso si gusta meglio da solo oppure abbinato a mieli e confetture.

Un tempo veniva prodotto nei mesi invernali quando le mandrie, tornate dagli alpeggi, riposavano nelle stalle. Oggi è prodotto tutto l’anno. Il nome deriva da “casera”, la cantina in cui si conservano i formaggi per la stagionatura.

 

La ricetta per gustare l’autentica tradizione valtellinese

Per apprezzarne a pieno il sapore ecco la ricetta degli Sciatt: golose frittelle di grano saraceno dal cuore di formaggio filante, che vengono servite solitamente come antipasto.

Il termine sciatt viene utilizzato nel dialetto valtellinese per indicare i rospi, forse il paragone con il rospo è dovuto alla forma irregolare di queste gustose frittelle.

Ingredienti (dosi per 4 persone)

  • 200 g di farina di grano saraceno;
  • 200 g di farina 00;
  • 10 g di grappa;
  • 30 cl di birra;
  • un pizzico di bicarbonato;
  • sale, q.b.;
  • 250 g di formaggio Valtellina Casera DOP;
  • olio per friggere, q.b.;

Preparazione

In una bacinella unite tutti gli ingredienti, ad eccezione del formaggio e dell’olio, che utilizzerete per friggere. Lavorate il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo, morbido ma non troppo liquido, che lascerete riposare per circa un’ora e 1/2 in frigorifero. Nel frattempo tagliate il formaggio Valtellina Casera DOP a cubetti di circa 2 cm. Trascorso il tempo di riposo, riscaldate l’olio in una pentola capiente, portandolo ad una temperatura di 175° e tuffate un cubetto di formaggio alla volta nella pastella. Fate dorare gli sciatt nell’olio e scolateli con una schiumarola. 

5 buoni motivi per amare il formaggio di alpeggio

Per gustare il formaggio di alpeggio basta lasciar parlare il suo sapore e divertirsi ad ascoltare la storia che ha da raccontare.   Ma di buoni motivi per gustarlo ce ne sono tanti, almeno cinque: 1- Gusto straordinario Il formaggio di alpeggio è buono. Sì, è...

5 idee per fare una buona colazione con il formaggio

Chi ben comincia… L’inizio è importante perché significa affrontare per la prima volta qualcosa, e le novità sono sempre faticose finchè non le superiamo mettendo in atto nuovi comportamenti.  Un anno nuovo è iniziato, e forse qualche buon proposito ce lo siamo già...

Formaggi a Natale: 5 consigli per portarli in tavola con creatività

Natale è per tutti il periodo di tavolate imbandite e ricchi banchetti con parenti e amici. E sulla tavola delle feste non può mancare il formaggio, un alimento che come sappiamo è tradizionale, ma che per la sua complessità  può dare un tocco particolare e originale...

3 buone idee per regali genuini a costo zero

Abbiamo iniziato a parlare di regali da qualche articolo a questa parte.  E quando ci chiediamo “cosa voglio regalare?” forse la vera domanda è “cosa vogliamo dire con quel regalo a quella persona?”. Fare un elenco delle caratteristiche che deve avere quel regalo...

Natale etico: i migliori regali sono quelli buoni da gustare

Ho deciso.  Quest’anno niente regali, siamo pieni di tutto e non ci serve niente. Al massimo qualcosa di utile.  Ogni anno va così. Poi mi ritrovo il giorno della vigilia a correre per trovare il regalo utile e di valore, per non presentarmi a mani vuote.  Dico di no,...

Formaggi di alpeggio: l’origine del gusto

Il formaggio ha una storia lunga e ricchissima, che risale alla Preistoria. La storia del formaggio corrisponde all’evoluzione dell’abilità casearia dei nostri antenati, e ha inizio da quando l’uomo ha iniziato a dedicarsi alla pastorizia. Nasce dall’esigenza di...

Immergersi nel gusto

Ci siamo inoltrati a piccoli passi nel sentiero della degustazione per scoprire come utilizzare i nostri sensi nell’esplorazione dei formaggi, e siamo giunti all’ultima tappa: il gusto.   Abbiamo esaminato il formaggio prima con la vista, poi con il tatto e...

Metterci il naso : conoscere il formaggio attraverso l’olfatto

Iniziando l’esplorazione delle caratteristiche organolettiche di un formaggio, abbiamo capito che la degustazione è un affare complesso, ricco di sorprendenti scoperte che riescono a portarci alle vette del gusto. Si tratta di un’attività che coinvolge tutti i sensi e...

Mangiare con le mani – seconda tappa verso la degustazione del formaggio

Abbiamo parlato in questo articolo dell’importanza della vista nel percorso di degustazione.  Mangiare con gli occhi infatti è il primo approccio con il cibo. E abbiamo visto quanti elementi è necessario tenere in considerazione quando diamo attenzione alla vista, per...

Formaggio: un solo nome, tante identità

Si fa presto a dire formaggio. Un alimento consumato quotidianamente, che nella sua semplicità, fatta di soli tre ingredienti (latte, caglio e sale), racchiude la straordinaria complessità di molteplici  combinazioni, che rendono ogni forma un capolavoro unico, dal...

Come assaporare la vetta del gusto con i formaggi di malga lombardi

Verso la vetta del gusto: dal più fresco al più stagionato gustiamo gli ottimi formaggi di alpeggio della Lombardia, in un percorso tra piatti della tradizione e abbinamenti unici, tutti da provare. Nelle settimane precedenti abbiamo esplorato gli alpeggi delle...

Frutta e formaggi: 5 ottimi abbinamenti con le fragole

La primavera ormai è inoltrata e sta dando i suoi frutti. Li ho visti nel mio giardino, dove sono spuntate le prime timide fragole che arrossiscono quando le sorprendi nascondersi tra le foglie.  Li ho incontrati a passeggio tra i filari dei campi, dove gli alberi di...

Formaggi a Natale: 5 consigli per portarli in tavola con creatività

Natale è per tutti il periodo di tavolate imbandite e ricchi banchetti con parenti e amici. E sulla tavola delle feste non può mancare il formaggio, un alimento che come sappiamo è tradizionale, ma che per la sua complessità  può dare un tocco particolare e originale...

L’autunno nel piatto: come abbinare funghi e formaggio d’alpeggio

La montagna con il cambiare delle stagioni, offre sempre nuovi panorami e prelibatezze da gustare. Formaggi stagionati e freschi funghi appena raccolti, ecco quali abbinamenti fare per portare nel piatto tutta la montagna in autonno. Alla prima grande pioggia nel...

Monte Veronese d’allevo: antica bontà casearia

Il Monte veronese è il formaggio che può essere definito a pieno titolo una “bontà antica” del territorio Veneto. La sua origine si perde nell’antichità e si tratta di uno dei primi formaggi italiani ad aver ottenuto il riconoscimento DOP. Oggi partiamo per una nuova...

5 consigli per comporre un perfetto tagliere di formaggi di alpeggio

Abbiamo deciso di fare il giro delle alpi alla ricerca dei migliori formaggi di alpeggio, vieni con noi? No, non serve allacciare gli scarponi, per scoprire i sapori della montagna basta sedersi a tavola e iniziare ad allenare i cinque sensi. Si tratta di...

La montagna ci fa belli: energia e leggerezza con la Bresaola della Valtellina IGP

Carne di manzo salata e stagionata tra le rigogliose valli alpine e le immense distese innevate, luoghi incontaminati che le conferiscono un sapore unico al mondo, riconosciuto ufficialmente dal 1996 dal marchio IGP. Stiamo parlando della Bresaola della Valtellina...

Freschezza in tavola: quattro ricette estive con il formaggio di capra

In estate fa caldo, a volte caldissimo e la ricerca di freschezza è la priorità. Ci alleggeriamo, non solo nel vestire ma anche nel mangiare; cerchiamo piatti freschi che non appesantiscano durante la digestione o facciano sudare mentre li mangiamo. A mezzogiorno,...

Birre e Formaggi: incontro tra anime affini

Sapevi che la burrata ama le Weiss, i caprini le Blanche e il parmigiano le Lager? E che, con il grande successo delle birre artigianali, si possono provare innumerevoli abbinamenti territoriali unici, capaci di farci restare a bocca aperta, ma mai asciutta....

3 abbinamenti insoliti con il formaggio di capra

Mia mamma, Miriam, cucina davvero bene. Fa dei piatti tradizionali divini che si ispirano alle ricette della sua famiglia, ma con un tocco personale e innovativo. Fin da piccoli ha abituato me e mia sorella ad assaggiare sapori nuovi, a conoscerli meglio prima di...
Site created by Prisma Informatica 1984-2020