Dopo aver esplorato il mondo dell muffe e dell’erborinatura andiamo ad assaggiare insieme uno dei formaggi artigianali che nascono da questa tecnica di lavorazione casearia. 

Il Bleu di Nicoletta, un formaggio erborinato della Valle D’Aosta

Lo abbiamo selezionato per la sua irresistibile bontà genuina.

Il produttore

Nicoletta è una famiglia di affinatori che dal 1988 si occupa della stagionatura di formaggi tipici della Valle d’Aosta. Da oltre trent’anni ricerca sul territorio valdostano le eccellenze casearie per portarle a maturazione con l’arte dell’affinamento. Sensibilità e pazienza sono le doti necessarie per far emergere le migliori caratteristiche di ogni formaggio in tutta la sua bontà. 

L’attenzione al particolare diventa ancora più importante quando si  lavora con piccoli produttori artigianali perché la produzione è sempre diversa e variegata e ogni formaggio richiede attenzioni differenti.

Il lavoro dell’affinatore è guidato dall’esperienza che lo porta a saper cogliere le diverse necessità di ogni singola forma e a prendersene cura nel modo e al momento giusto. 

Le caratteristiche 

Il Bleu di Nicoletta è un formaggio vaccino della Valle d’Aosta che nonostante abbiauna storia molto recente, è già entrato a far parte dei migliori formaggi italiani, vincendo numerosi premi internazionali.

 Come si produce il Bleu

Il latte vaccino viene pastorizzato e arricchito di muffe di tipo Penicillium roqueforti. Una stagionatura tra i 60 e i 120 giorni termina la lunga procedura per realizzare questo prelibato formaggio erborinato tipico della Valle d’Aosta.

Ogni forma ha un peso di 2,5kg e un diametro di circa 18 centimetri, con una crosta rugosa di colore grigio.

L’aspetto presenta un’erborinatura marcata e uniforme su tutta la pasta, e la consistenza è decisamente cremosa.

All’interno la pasta è morbida, compatta, di colore bianco e con caratteristica erborinatura che lo caratterizza; il sapore è inconfondibile: dolce, estremamente ricco e cremoso, arricchito da una piacevole nota piccante data dall’importante erborinatura.

Il Bleu d’Aoste ha vinto due medaglie d’oro nella categoria formaggi erborinati alle Olimpiadi dei formaggi di montagna nelle edizioni 2005 e 2007.

Il modo migliore per gustarlo?

Prova a farlo sciogliere sopra un morbido e succoso filetto di carne, l’avvolgente cremosità del bleu con le sue note dolci e piccanti esalterà questo piatto trasformandolo in uno straordinario viaggio nei sapori.

La fonduta di bleu

Una semplice base da poter utilizzare in tutti i modi: sopra la polenta, come condimento per pasta fresca e gnocchi, per mantecare un risotto con pere e noci, come accompagnamento per un flan di ortiche. 

Fai scaldare del latte o della panna a fuoco basso con il Bleu tagliato a pezzetti e mescola delicatamente finché non si sono sciolti.

Levala dal fuoco e tuffati nel piacere dell’assaggio.

Lasciati guidare dalla voglia di sperimentare il buon mangiare e gusta la genuinità del Bleu di Nicoletta.

Vieni ad acquistarlo in questi giorni nei mercati di piazza in cui siamo presenti

LUNEDÌ: a Mirano in piazza dei Martiri

MARTEDÌ: A Carrè in piazza Municipio e a Prata di Pordenone in piazza Wanda Mayer

MERCOLEDÌ: A Dueville in piazza Monza e a Limena in via delle Industrie

GIOVEDÌ: A Mira Riviera San Trentin e a Scaltenigo in via Scaltenigo 118

VENERDÌ: A Tencarola in via Spalato

SABATO: a Caldogno in piazza Europa e a San Stino di Livenza in piazza Goldoni

10 tra i migliori formaggi a latte crudo

Continua la ricerca della vetta del gusto e della genuinità attraverso l'esplorazione delle coraggiose produzioni locali che portano sulle nostre tavole i migliori formaggi italiani. I formaggi a latte crudo, d’allevo, d’alpeggio, di malga insomma quei formaggi figli...

5 buoni motivi per amare il formaggio di alpeggio

Per gustare il formaggio di alpeggio basta lasciar parlare il suo sapore e divertirsi ad ascoltare la storia che ha da raccontare.   Ma di buoni motivi per gustarlo ce ne sono tanti, almeno cinque: 1- Gusto straordinario Il formaggio di alpeggio è buono. Sì, è...

5 consigli per un tagliere di formaggi di alpeggio perfetto

Come comporre un tagliere di formaggi perfetto:   Cinque semplici regole per portare in tavola tutta la bontà della montanga e degustarla nel modo corretto. Abbiamo deciso di fare il giro delle alpi alla ricerca dei migliori formaggi di alpeggio, vieni con noi? No,...

Assaggi di eccellenza: il Raschera d’alpeggio DOP

Il Raschera d'alpeggio Nel cuore delle alpi piemontesi, a 2000 metri di quota, in una zona circoscritta e composta di soli otto comuni della provincia di Cuneo, nasce il formaggio Raschera di alpeggio: l’eccellenza della tradizione e del suo territorio. Uno dei...

Cima Larici la vetta della genuinità

Cima Larici è il formaggio di alpeggio prodotto solo per gli Escursionisti del Gusto e prende il nome dal luogo in cui nasce. La zona  Cima Larici si trova in provincia di Vicenza, nella zona “alta” dell’Altopiano dei sette comuni. È al margine settentrionale delle...

Cima Portule: il nostro formaggio di montagna

Il Cima Portule è uno dei nostri migliori formaggi naturali di alpeggio, prodotto in montagna solo per gli Escursionisti del Gusto.   È un formaggio di montagna, mezzano o stagionato, preparato con latte crudo e lavorato artigianalmente in estate, tra luglio e...

Come assaporare la vetta del gusto con i formaggi di malga lombardi

Verso la vetta del gusto: dal più fresco al più stagionato gustiamo gli ottimi formaggi di alpeggio della Lombardia, in un percorso tra piatti della tradizione e abbinamenti unici, tutti da provare. Nelle settimane precedenti abbiamo esplorato gli alpeggi delle...

Come conservare al meglio i formaggi d’alpeggio: 5 consigli preziosi

Al rientro da ogni escursione il rituale più gioioso è quello di fermarsi a gustare i sapori della montagna. Fermarsi ad assaporare i prodotti di malga che nascono in alpeggio è un’esperienza impagabile. Così bella che è impossibile resistere al desiderio di portare a...

Conoscere meglio il formaggio: i fermenti naturali

Di fermenti lattici si sente parlare molto, sappiamo della loro importanza per il nostro benessere ma non vengono quasi mai nominati quando si tratta di formaggi.  I fermenti lattici naturali hanno un ruolo fondamentale nella produzione del formaggio perché insieme al...

Custodire la tradizione: la Toma Piemontese

Nasce tra i pascoli alpini, e affonda le radici nella tradizione piemontese. La Toma è un formaggio di alpeggio antico che meglio rappresenta il carattere della regione in cui prende forma: il Piemonte. La sua storia di riscatto da formaggio povero a prelibata...

5 motivi curiosi per amare il Gorgonzola DOP

Come è nato il più famoso formaggio erborinato italiano: il Gorgonzola DOP? Si dice sia nato per errore, intorno all’anno Mille, quando un casaro nei pressi di Gorgonzola lasciò la cagliata destinata a diventare crescenza o Quartirolo in un recipiente pensando di...

Assaggi di eccellenza: il Raschera d’alpeggio DOP

Il Raschera d'alpeggio Nel cuore delle alpi piemontesi, a 2000 metri di quota, in una zona circoscritta e composta di soli otto comuni della provincia di Cuneo, nasce il formaggio Raschera di alpeggio: l’eccellenza della tradizione e del suo territorio. Uno dei...

Come assaporare la vetta del gusto con i formaggi di malga lombardi

Verso la vetta del gusto: dal più fresco al più stagionato gustiamo gli ottimi formaggi di alpeggio della Lombardia, in un percorso tra piatti della tradizione e abbinamenti unici, tutti da provare. Nelle settimane precedenti abbiamo esplorato gli alpeggi delle...

Custodire la tradizione: la Toma Piemontese

Nasce tra i pascoli alpini, e affonda le radici nella tradizione piemontese. La Toma è un formaggio di alpeggio antico che meglio rappresenta il carattere della regione in cui prende forma: il Piemonte. La sua storia di riscatto da formaggio povero a prelibata...

Formaggi a latte crudo: perché sceglierli?

I formaggi a latte crudo sono la nostra passione. Abbiamo raccolto le domande che ci vengono fatte più di frequente su questo straordinaria tipologia di formaggi naturali, per scoprire insieme tutto quello che di buono c'è da sapere sui formaggi a latte crudo. Quali...

Formaggio Tipico Branzi: una storia da gustare

Branzi è un piccolissimo paese dell’Alta Val Brembana, in provincia di Bergamo che conta all’incirca 750 abitanti. Un piccolo gioiello incastonato tra le maestose Alpi Orobie, conosciuto come meta per appassionati dei paesaggi naturali montani ma ancor più famoso per...

Formai de Mut dell’Alta Valle Brembana

Formai de Mut nel dialetto bergamasco significa “formaggio di montagna” e già dal nome fornisce un grande indizio sulla sua origine.   Viene prodotto nelle casere sugli alpeggi dell’Alta Val Brembana tra i 1200 e 2500 metri di altitudine. Il nome completo di questo...

Gustare la Val Brembana in una ricetta: polenta taragna di Branzi

La montagna ha il gusto ricco della semplicità. Parlare di cucina bergamasca fa sempre venire l’acquolina. Formaggi di alpeggio, carni di selvaggina e golose verdure stufate accompagnate da polenta e impasti di grano saraceno sono gli ingredienti della cucina tipica...

Il re della montagna: Castelmagno DOP d’alpeggio

Il Castelmagno DOP di alpeggio. È un formaggio prodotto con latte crudo, fatto con latte proveniente da bovini allevati in alpeggio, e alimentati con le erbe fresche dei pascoli locali. La sua caratteristica è la pasta ambrata, morbida e compatta, protetta da una...

La bontà della Valtellina: il Valtellina Casera DOP

Continua la nostra escursione tra i migliori formaggi di alpeggio della Lombardia. Alla scoperta del Valtellina Casera DOP Ci troviamo nella provincia di Sondrio, in Valtellina, la valle in cui viene prodotto questo formaggio e dalla quale prende il nome: Il...
Visualizzazioni: 22
img-2 Site created by Prisma Informatica 1984-2024