Quest’anno di sicuro sappiamo che non sarà un Natale normale, come tutti gli altri. 

 

Sarà più intimo, ma non per questo dovrà essere privo di emozioni e passioni autentiche.

 

Come rendere ancora più speciale il pranzo di Natale?

 

Basta il tuo formaggio preferito, il gusto per l’esplorazione e qualche semplice ingrediente.

 

Abbiamo raccolto idee e spunti per spezzare la quotidianità e dare un tocco di brio anche al tradizionale pranzo di Natale.

 

I migliori abbinamenti con i formaggi che ami, direttamente dalla tradizione.

 

Frutta secca e fresca

 

  • Nocciole e pinoli per i formaggi di capra 
  • Mandorle con le tome di pecora.
  • Noci con Asiago, Montasio, Grana e Parmigiano.
  • Fichi freschi, pere, albicocche e prugne con i formaggi erborinati.

 

 Verdure

 

  • I legumi stanno bene con il pecorino .
  • Asparagi e carciofi con i caprini.
  • La cipolla caramellata gustala con le paste dure pressate (come Asiago, Vezzena e Bitto)
  • L’aceto balsamico con il Parmigiano Reggiano sarà anche un abbinamento classico ma resta un abbinamento eccellente.

 

Pesce

 

Può sembrare inconciliabile l’abbinamento pesce e formaggio, eppure riserva delle sorprese incredibili:

 

  • Il pesce conservato come le acciughe e il salmone affumicato, che da sempre gustiamo con un ricciolo di burro, sta bene con formaggi a tripla o doppia panna come la Robiola 
  • I crostacei da provare con ricotte stagionate I molluschi ancora più strepitosi gratinati con le paste filate stagionate (Caciocavallo podolico o Ragusano) 

 

Il mio abbinamento insolito preferito però è uno solo:

 

Mostarda e Mascarpone: un fine pasto che lascia tutti a bocca aperta.

 In Veneto e in Lombardia non c’è pranzo o cena di Natale che possa concludersi senza che compaiano sulla tavola mostarda e mascarpone. 

Sembrerà azzardato e inconciliabile a chi ancora non l’ha mai provato, ma assicuro che il gusto balsamico e pungente della mostarda si mitiga nell’incontro con la cremosa dolcezza del mascarpone. Un incontro di sapori che non si può spiegare se non assaggiandoli.

Un connubio che per l’occasione può essere servito con il pandoro, in modo creativo per rallegrare la tavola.

 

Una semplice preparazione per portarlo in tavola a Natale:

 

  • Taglia il pandoro a fette orizzontali spesse 3-4 cm 
  • Spalma ogni fetta solo da un lato con dei cucchiai di mascarpone
  • Stendi un velo di mostarda sopra il mascarpone
  • Ricomponi il pandoro con le punte sfalsate in modo che assomigli a un alberello di Natale.
  • Decora con una spolverata di zucchero a velo e se ti va con dei confettini di zucchero colorati per adornare la composizione.

 

Servi le fette tagliandolo in verticale e inizia una nuova tradizione familiare.

 

Nella nostra famiglia, una tradizione irrinunciabile era riunirsi con zii e cugini a casa dei nonni per lo scambio di auguri. E come sempre, quando ci si riunisce non possono mancare le coccole culinarie di nonna, che con naturalezza iniziava a mettere sulla tavola bagigi e mandarini, per impegnare le bocche più fameliche e avere il tempo di tagliare il pandoro di Natale. Non aveva mai dolci in dispensa, al massimo la sua torta mele nel forno, ma un pandoro per Natale era tradizione anche per lei.

Al centro del tavolo una ciotola di mascarpone e una di mostarda, un cestino colmo di frutta secca e noci, assiepati attorno una manciata di bocche piene di chiacchiere e felicità.  

È qui che ho iniziato ad amare il mascarpone e la mostarda, e ad associare le festività a questo abbinamento che per me è speciale.

Era sera dopo il pranzo di Natale che iniziava la vera festa.

Assaggia con noi i gusti genuini delle feste e vieni a scoprire la bontà dei formaggi di alpeggio.

Seguici sui social o vieni a incontrarci in questi mercati

LUNEDÌ: a Mirano in piazza dei Martiri

 

MARTEDÌ: A Carrè in piazza Municipio e a Prata di Pordenone in piazza Wanda Mayer

 

MERCOLEDÌ: A Dueville in piazza Monza e a Limena in via delle Industrie

 

GIOVEDÌ: A Mira Riviera San Trentin e a Scaltenigo in via Scaltenigo 118

 

VENERDÌ: A Tencarola in via Spalato

 

SABATO: a Caldogno in piazza Europa e a San Stino di Livenza in piazza Goldoni

 

10 tra i migliori formaggi a latte crudo

Continua la ricerca della vetta del gusto e della genuinità attraverso l'esplorazione delle coraggiose produzioni locali che portano sulle nostre tavole i migliori formaggi italiani. I formaggi a latte crudo, d’allevo, d’alpeggio, di malga insomma quei formaggi figli...

5 buoni motivi per amare il formaggio di alpeggio

Per gustare il formaggio di alpeggio basta lasciar parlare il suo sapore e divertirsi ad ascoltare la storia che ha da raccontare.   Ma di buoni motivi per gustarlo ce ne sono tanti, almeno cinque: 1- Gusto straordinario Il formaggio di alpeggio è buono. Sì, è...

5 consigli per un tagliere di formaggi di alpeggio perfetto

Come comporre un tagliere di formaggi perfetto:   Cinque semplici regole per portare in tavola tutta la bontà della montanga e degustarla nel modo corretto. Abbiamo deciso di fare il giro delle alpi alla ricerca dei migliori formaggi di alpeggio, vieni con noi? No,...

Assaggi di eccellenza: il Raschera d’alpeggio DOP

Il Raschera d'alpeggio Nel cuore delle alpi piemontesi, a 2000 metri di quota, in una zona circoscritta e composta di soli otto comuni della provincia di Cuneo, nasce il formaggio Raschera di alpeggio: l’eccellenza della tradizione e del suo territorio. Uno dei...

Cima Larici la vetta della genuinità

Cima Larici è il formaggio di alpeggio prodotto solo per gli Escursionisti del Gusto e prende il nome dal luogo in cui nasce. La zona  Cima Larici si trova in provincia di Vicenza, nella zona “alta” dell’Altopiano dei sette comuni. È al margine settentrionale delle...

Cima Portule: il nostro formaggio di montagna

Il Cima Portule è uno dei nostri migliori formaggi naturali di alpeggio, prodotto in montagna solo per gli Escursionisti del Gusto.   È un formaggio di montagna, mezzano o stagionato, preparato con latte crudo e lavorato artigianalmente in estate, tra luglio e...

Come assaporare la vetta del gusto con i formaggi di malga lombardi

Verso la vetta del gusto: dal più fresco al più stagionato gustiamo gli ottimi formaggi di alpeggio della Lombardia, in un percorso tra piatti della tradizione e abbinamenti unici, tutti da provare. Nelle settimane precedenti abbiamo esplorato gli alpeggi delle...

Come conservare al meglio i formaggi d’alpeggio: 5 consigli preziosi

Al rientro da ogni escursione il rituale più gioioso è quello di fermarsi a gustare i sapori della montagna. Fermarsi ad assaporare i prodotti di malga che nascono in alpeggio è un’esperienza impagabile. Così bella che è impossibile resistere al desiderio di portare a...

Conoscere meglio il formaggio: i fermenti naturali

Di fermenti lattici si sente parlare molto, sappiamo della loro importanza per il nostro benessere ma non vengono quasi mai nominati quando si tratta di formaggi.  I fermenti lattici naturali hanno un ruolo fondamentale nella produzione del formaggio perché insieme al...

Custodire la tradizione: la Toma Piemontese

Nasce tra i pascoli alpini, e affonda le radici nella tradizione piemontese. La Toma è un formaggio di alpeggio antico che meglio rappresenta il carattere della regione in cui prende forma: il Piemonte. La sua storia di riscatto da formaggio povero a prelibata...

3 abbinamenti insoliti con il formaggio di capra

Mia mamma, Miriam, cucina davvero bene. Fa dei piatti tradizionali divini che si ispirano alle ricette della sua famiglia, ma con un tocco personale e innovativo. Fin da piccoli ha abituato me e mia sorella ad assaggiare sapori nuovi, a conoscerli meglio prima di...

5 gustosi benefici per dire sì ai formaggi di capra

Perché scegliere un formaggio di capra? Sempre più persone scelgono di consumare latte e formaggi di capra, ma al di là del gusto, quali sono i benefici che possiamo avere, introducendoli nella nostra alimentazione? 1- Digeribilità e leggerezza Sappiamo che il...

Freschezza in tavola: quattro ricette estive con il formaggio di capra

In estate fa caldo, a volte caldissimo e la ricerca di freschezza è la priorità. Ci alleggeriamo, non solo nel vestire ma anche nel mangiare; cerchiamo piatti freschi che non appesantiscano durante la digestione o facciano sudare mentre li mangiamo. A mezzogiorno,...

Frutta e formaggi: 5 ottimi abbinamenti con le fragole

La primavera ormai è inoltrata e sta dando i suoi frutti. Li ho visti nel mio giardino, dove sono spuntate le prime timide fragole che arrossiscono quando le sorprendi nascondersi tra le foglie.  Li ho incontrati a passeggio tra i filari dei campi, dove gli alberi di...

Perché la primavera è la stagione perfetta per gustare i benefici del formaggio di capra?

Le cose buone arrivano al momento giusto.  Il momento giusto per gustare tutti i benefici del formaggio di capra è la primavera. Perché mangiare i formaggi di capra in primavera? I formaggi naturali, come tutti i prodotti della natura, hanno una stagionalità precisa...
Visualizzazioni: 1
img-3 Site created by Prisma Informatica 1984-2024