fbpx
Seleziona una pagina

Perché scegliere un formaggio di capra?

Sempre più persone scelgono di consumare latte e formaggi di capra, ma al di là del gusto, quali sono i benefici che possiamo avere, introducendoli nella nostra alimentazione?

 

1- Digeribilità e leggerezza

Sappiamo che il formaggio di capra è più magro e digeribile rispetto ad altri formaggi, ma cerchiamo di capirne insieme il perché. La principale caratteristica è il suo contenuto lipidico, composto da acidi grassi a catena corta, che essendo formati da molecole molto piccole, sono più facilmente digeribili. Viene spesso consigliato perché è un “formaggio senza colesterolo” proprio per  la presenza di questi grassi che non influiscono in alcun modo sui livelli di colesterolo nel sangue.

 

2- Fa felice l’intestino 

Possiamo definire il formaggio di capra “amico dell’intestino” per due importanti motivi: è ricchissimo di fermenti lattici, utili per mantenere in equilibrio la flora batterica intestinale; e allo stesso tempo contiene pochissima caseina: proteina del latte che negli intolleranti a questa componente, provoca gonfiori e fastidiosi disturbi intestinali.

Il caprino fresco naturale viene prodotto con latte crudo e senza aggiunta di caglio, per spontanea coagulazione acida. Durante questo processo i fermenti lattici trasformano il lattosio in acido lattico rendendo il formaggio più digeribile e conferendogli il suo caratteristico sapore.

 

3- Ricco di nutrienti

La capra è un animale che non si presta all’allevamento intensivo né a un’alimentazione forzata per aumentare la sua produzione di latte. L’ambiente in cui può fornire il suo latte migliore, è l’alpeggio in cui pascolare liberamente. Il latte di capra si distingue dagli altri per il contenuto ottimale di ferro, sali minerali (calcio e fosforo) e vitamine (in particolare B2) che aiutano il nostro organismo nella crescita e nello sviluppo. 

 

4- Un pieno di energia

Ogni tipologia di formaggio ha la sua stagione, lo abbiamo già accennato in questo articolo, ma parlando di formaggi di capra: qual è la stagione migliore per gustarli?

Il periodo migliore per consumare i caprini freschi è la primavera, da marzo in poi, quando ormai è terminato lo svezzamento dei piccoli e il latte può essere usato per produrre il formaggio. 

Ma c’è un altro buon motivo per consumarlo in questa stagione: l’elevata presenza di taurina nel latte di capra, ha un effetto energetico naturale, che ci aiuta nell’affrontare l’arrivo della primavera con più vigore.

 

5- Lo mangiamo da sempre

Tra le varietà di latte, quello di capra è stato il primo a essere munto e consumato dall’uomo. Numerose testimonianze dimostrano come nei tempi antichi, le civiltà del bacino del Mediterraneo e dell’Oriente, utilizzassero il latte di capra per produrre il formaggio.

Un alimento antico che rappresenta da sempre il nutrimento privilegiato di neonati e bambini per la somiglianza al latte materno.

 

Per scoprire tutti gli altri suoi benefici, ora non resta che assaggiarli.

Ti possiamo accompagnare in questa escursione nel gusto partendo dai più classici come:

  • La Ricotta bio  
  • Lo Stracchino 
  • La Caciottina fresca  

Passando a caprini con sentori profumati:

  • La Caciotta in foglia di noce
  • La Caciotta al pepe e olio evo
  • Il Capra ubriacato al Traminer

Per arrivare a prodotti della tradizione locale: 

  • Il Caprino di Cavalese
  • Il Caprino stagionato della Valtellina
  • Il Caprino fresco della Valtellina 

… e tanti altri da gustare

Site created by Prisma Informatica 1984-2019